I colori dell’aura: significato

I colori dell'aura: significato

Ognuno di noi, ogni forma fisica, è avvolto da un’aura, un caratteristico alone di diverso colore. Andiamo a vedere cosa sono i colori dell’aura e quale è il loro significato.

Aura: che cos’è

L’aura è un alone luminoso, il termine deriva dal greco aúra (soffio), e si riferisce ad un sottile campo energetico di radiazione luminosa, invisibile alla normale percezione, che circonda e anima tutti gli esseri viventi e che è in grado di riflettere l’anima dell’individuo a cui appartiene, oltre che di sopravvivere al decadimento della sua vita biologica.

Tipologie di aura

Ci sono diverse tipologie di aura, sette per la precisione, andiamo a conoscerle da vicino

L’aura eterica


Si tratta del primo “guscio”, è molto sottile, poco più grande del corpo fisico, ma vibra a un livello più elevato di quello fisico: il paragone adatto è quello di pensare al guanto indossato da una mano.
Si spinge fino a 5 cm dal corpo fisico ed è formata da una serie di linee luminose di un colore che vira dall’azzurro chiaro al grigio. Più la persona è fisicamente forte, più spessa è l’aura e più intenso il colore grigio. Questa è l’aura nella quale confluiscono tutte le sensazioni fisiche, la vitalità fisica e le riserve energetiche del corpo. Un’aura eterica forte conferisce vigore fisico, una vita sessuale e sensuale soddisfacente, un corretto appetito, un sonno regolare.

L’aura emotiva


L’aura emotiva è il secondo “guscio”, che si spinge a circa 10 cm da. corpo. Non riproduce con fedeltà la forma del corpo, ma è composta da una serie di addensamenti di luce fluttuante di di diversi colori. E’ l’aura collegata alle emozioni ed ai sentimenti consci verso se stessi. Se il soggetto ha un buon rapporto con se stesso, l’aura ha colori vivaci e vari; altrimenti ha colori cupi. Un’aura emotiva negativa si ripercuote anche sul fisico.

L’aura mentale


Il suo spessore è di circa 20 cm ed è composta da una serie di linee di luce gialle che si concentrano attorno alla testa ed alle spalle, poi scendono a e ricoprono tutto il corpo. Nell’aura mentale ha sede il pensiero razionale, qui è definito il livello di lucidità mentale, la capacità di apprendimento.

L’aura astrale


L’aura astrale si espande fino a 30 cm dal corpo fisico e si presenta come un fluido omogeneo di luce di diverso colore. Racchiude emozioni, gioie, dispiaceri, la sensibilità della persona nei rapporti con gli altri. Un’aura astrale di colore scuro e di consistenza densa denota vulnerabilità emotiva, desiderio di solitudine, aridità, affettiva; un’aura astrale ben sviluppata denota la capacità di percepire con la sensibilità persone e ambienti, di avere rapporti stabili e soddisfacenti, di considerare l’amore uno dei cardini della vita. L’aura astrale rappresenta il ponte di passaggio fra il mondo fisico e quello spirituale.

L’aura etica matrice


E’ formata da linee trasparenti su uno sfondo blu cobalto e si spinge fino a 60 cm dal corpo fisico . Qui ci sono le impronte o matrici del futuro dell’individuo. Un’aura etica matrice forte ed equilibrata denota sentimenti di realizzazione, sicurezza, armonia, tendenza a portare a termine i progetti, affidabilità.

L’aura celestiale


L’aura celestiale si spinge fino a 70 cm dal corpo fisico ed è formata da raggi di luce iridescente che si diramano dal centro del corpo. Se i raggi sono intensi e rettilinei, l’aura celestiale è forte ed equilibrata.


L’aura causale


Si spinge fino a 100 centimetri dal corpo ed è formata di filamenti intrecciati di intensa luce dorata che avvolgono tutto il corpo formando una sorta di uovo, chiamato uovo aurico, nel quale sono racchiusi tutti gli strati dell’aura. L’aura causale collega l’individuo con le energie superiori e con l’universo, rendendolo capace di distacco e di grandi imprese come l’autoguarigione, la preveggenza, come la capacità di leggere i registri akashici. Quando questa aura è forte ed equilibrata, la persona riesce ad esprimere la creatività ed a capire il significato della vita.

Come si leggono i colori dell’aura

L’aura si può leggere, ossia si possono interpretare i suoi colori, già duemila anni fa già ci si era cimentati in metodi di studio atti ad impararne la lettura. Nel percorso di apprendimento è fondamentale l’atteggiamento interiore che deve essere volto a non cercare di vedere ad ogni costo, ma piuttosto essere assorti nella sagoma della persona che si trova davanti a voi. Non ci si deve aspettare una visione totale e rapida, in quanto la visione progredirà con il progredire dello sviluppo interiore.

Il significato dei colori dell’aura

L’interpretazione dei colori dell’aura è il punto più delicato e più significativo nell’apprendimento delle aure.
I colori sono soprattutto visibili sull’aura astrale. Ci sono colori che denotato uno stato d’animo temporaneo, come il rosso su una persona in collera, e colori di base che si modificano soltanto con il trascorrere degli anni e con il progredire dell’evoluzione interiore. Si tratta di colori più stabili, che permeano l’aura nel suo insieme e che determineranno le tendenze e le attitudini, i difetti principali e le buone qualità della persona. I colori dell’aura possono dunque riflettere stati d’animo temporanei, e caratteristiche ancorate della persona.

Cosa sono i colori dell’aura

I colori rappresentano la peculiarità dell’aura astrale. La tinta di base è propria di ogni radianza emotiva e suggerisce il temperamento iniziale dell’individuo, i colori sono in costante mutamento e circolano su tutta la superficie di questo guscio aurico.

Solitamente il colore che avvolge più da vicino il corpo fisico è blu, mentre il campo aurico si espande tutt’intorno in un ampio alone giallo, la cui grandezza cambia in base alle condizioni psicofisiche. Si può osservare una luminescenza azzurra che si irradia dalle estremità delle mani e dei piedi e dalla sommità del capo, si tratta di veri e propri fasci di luce che possono assumere anche riflessi di vari colori. L’azzurro generalmente si trasforma in giallo intorno al capo formando un’aureola tanto più ampia e splendente quanto più puro è il pensare e il “sentire” .

Il fenomeno più bello è il continuo mutare dei colori all’interno dell’aura in corrispondenza dello stato emotivo: un’emozione intensa innescata da un fatto doloroso può scatenare dalla testa contemporaneamente raggi rossi, arancio, gialli e azzurri.

Nell’aura la paura si manifesta con una colorazione bianco-grigia, l’invidia produce un verde scuro, un rosso-arancio vivo indica la presenza di una vibrante forza vitale, ma solo rosso indica di collera, liberamente espressa se chiaro, collera trattenuta e repressa quando il rosso è scuro. L’aura di toni rossastri e cupi indica frustrazione e irritabilità. La tristezza si addensa in una “nube” grigio scuro.

Le donna incinta sono generalmente circondate da una bellissima aura dalle morbide tonalità pastello rosa, azzurre, gialle e verdi.

I sentimenti d’amore si palesano con una delicata luminescenza di colore rosa, a volte con riflessi dorati, mentre la spiritualità si manifesta in una gamma di colori che vanno dall’azzurro, al viola, all’oro-argento.

Non è raro che i colori che emaniamo sono quelli che più amiamo indossare.

Ma il significato del colore cambia anche a seconda della tonalità, delle sfumature, della presenza di eventuali macchie e della zona in cui si trova. Vediamo il significato colore per colore.

Rosso


Fra tutti i colori, il rosso è sicuramente quello che più si presta ad interpretazioni errate. Intensità del rosso, e anche posizione e forma hanno letture totalmente diverse.
Un rosso vivo denota dinamismo. Spesso lo si trova suddiviso in zone vaporose o in larghe strisce attorno alla testa. Il dinamismo caratteriale non va però confuso con il dinamismo riferito alla forza fisica, che si manifesta invece con gli stessi colori ma in fasci regolari che si diramano dagli arti e dalla vita.


Il rosso vivo acquisisce un altro significato quando predomina nell’aura astrale, sotto forma di nubi che avvolgono tutto il corpo: in tal caso indica una personalità tanto esuberante quanto spossante, incapace di canalizzare la propria energia, una personalità caratterizzata da sbalzi di umore. Talvolta verso l’esterno del guscio emozionale, si formano tantissime piccole scintille di un rosso vermiglio intenso. In tal caso la persona è ansiosa, se la tinta è molto più rosea e meno intensa, allora la persona è nervosa.

Una tonalità di rosso carminio rivela capacità di comando. Se è sovrabbondante nell’aura astrale, indica un abuso di autorità, che sfocia in dispotismo quando a questo colore si mescolano lievi tracce grigio antracite.
Un rosso molto scuro che si trova soprattutto sulla fronte e da ogni lato della nuca evidenzia la collera.
La presenza di un rosso mattone o rugginoso nella radianza astrale indica l’egoismo.


Il rosso scuro può indicare grande sensualità, mentre un rosso sfumato di nero denota tendenza all’orgoglio, all’avarizia.

Un rosso profondamente brunastro presente su un organo o su una parte del corpo, può rivelare la formazione di una malattia
Se il rosso è accompagnato da strisce verdi evidenzia il desiderio di contatti costruttivi con gli altri e la volontà di andare dritti allo scopo. Il rosso tenue, vicino al rosa, se miscelato a “fiocchi” giallo chiaro, indica il bisogno di piacere e di attrarre l’attenzione su di sé.

Blu


L’azzurro cielo vivido, indica sempre qualità positive: spiccata onestà, un temperamento gradevole, sincerità. Si tratta del colore dell’idealismo, della devozione incline alla spiritualità. E’ particolarmente significativo quando rappresenta la tinta di base di un’aura astrale, o quando ne occupa la parte superiore. Un individuo che irradia azzurro cielo in modo abbondante è generalmente sensibile ai problemi di natura metafisica.

Più l’azzurro è elettrico, più le sue qualità traspariscono nella vita quotidiana. Se invece è azzurro pallido,allora indica interiorizzazione eccessiva, timidezza. Se pare “metallizzato”, indica una grande influenzabilità. Un azzurro di questo genere, che si trova solo in zone ristrette dell’aura, evidenzia l’indecisione.

Un bel blu lavanda, invece, indica sempre un’inclinazione per la meditazione e la preghiera e, se accompagnato da un rosa vivido, indica che la persona eccede nell’essere pia. Se costellato di macchie giallo opaco, segnala di una persona pudibonda. Gli individui volitivi emanano una certa quantità di blu scuro nel loro guscio astrale: si tratta di lavoratori che vogliono progredire. E’ raro che questa sfumatura si trovi nella totalità dell’aura: si trova più facilmente nella parte superiore del corpo, in particolare in prossimità del settimo chakra. Un blu di questo tipo, se è molto scuro e frammisto a un rosso carminio, indica ostinazione e testardaggine.

La presenza di grigio a zone nella regione del capo e delle spalle fa trasparire, con qualsiasi blu, scoraggiamento e pessimismo tristezza e tetraggine.
Quando una persona tende alla diffidenza, quel grigio diventa ocra giallo opaco.

Giallo


Il giallo zafferano se presente in modo sviluppato generalmente inonda quasi tutti i corpi astrali rivelando sempre una spiritualità molto elevata. Questa tonalità di giallo è tipica di chi, avendo assimilato le conoscenze spirituali, le emana sotto forma di saggezza.
Il giallo limone rivela invece sempre la predominanza della ragione, soprattutto quando occupa l’aura emozionale. Più questo giallo è acido, più indica l’importanza dell’attività cerebrale, al punto che può dar nascita a idee fisse se è presenta macchie rosso opaco.
Un giallo slavato presente nell’aura estrale indica una volontà incerta, che può sfociare in lassismo oltre che indecisione per poca fiducia in se stessi.


Quando al giallo si mescolano fiamme di color ruggine, è indice di troppo opportunismo, a volte di viltà.
Il giallo opaco macchiato da masse marrone chiaro e verde kaki, rivela uno stato d’animo imperniato sul materialismo. Più aumenta la presenza del verde kaki nell’aura astrale, più diminuiscono le preoccupazioni e più aumenta l’egoismo. Se il giallo è percorso da striature grigio antracite e ruggine, la persona è poca degna di fiducia con tendenza alla menzogna.


Ogni aura presenta nella zona della testa, una nube luminosa color giallo medio, si tratta della manifestazione dell’attività cerebrale. Se si osserva l’aura di qualcuno che è assorto nella preparazione di un esame si vedrà la nube gialla che assume proporzioni straordinarie e che è ravvivata da piccole scintille bianche o giallo vivo che scoppiettano da tutte le parti.

Verde

Un verde vivace denota individui aperti agli altri. Un bel verde mela indica la propensione al darsi agli altri: medico, insegnante, volontario etc.

Lo stesso verde, frammisto a grandi zone azzurro cielo, rivela il bisogno di autenticità, una sincera ricerca di bellezza,
Se si nota la presenza di un verde elettrico lungo le braccia e alle estremità delle dita significa che la persona ha una naturale predisposizione naturale alla pranoterapia e a tutte le cure che implicano l’imposizione delle mani. Le mani eteriche o astrali verdi sono mani purificatrici e rienergizzanti.

Se il verde è cosparso di azzurro molto vivace, rivela il coraggio, fino a sacrificare se stesso se l’azzurro ha tonalità decisamente elettriche.
Quando il verde ha radianze smeraldine, denota grandi capacità terapeutiche, sia nei confronti del corpo fisico che nel campo dell’anima.


Il verde pallido mescolato al giallo slavato e al color ruggine, indica tendenza all’ipocrisia e all’inganno.
Il verde percorso da strisce luminose di un rosso medio, riflette l’equilibrio della personalità, il senso di responsabilità e il gusto per l’azione. Se questa combinazione di colori costruisce l’aura di base, si ha a che fare con una persona la cui vita è delicata interamente ad una causa.
Un verde tiglio, da solo, segnala l’assenza di dinamismo e una lieve tendenza alla tetraggine.

I colori dell’aura: Viola


Tra i colori dell’aura è raro incontrare il colore viola. Accade soltanto quando ci si trova davanti a persone autenticamente sviluppate sul piano spirituale. Un viola è vivace che occupa la maggior parte dell’aura, formandone quindi la base, indica misticismo, inclinazione alla meditazione e alla preghiera, allontanamento dalle cose del mondo. Se il viola è molto intenso e disseminato di giallo, rivela una forma di “intellettualismo spirituale” ; se entrambe le tinte sono particolarmente elettriche, indicano un profondo interesse per l’occultismo.


Il viola pallido e il color malva indicano un interesse per le questioni religiose o metafisiche; frammisto all’azzurro, il viola-malva denota una vera ricerca di purezza e indica un carattere affidabile. Se la trasparenza del color malva è macchiata da sfumature grigiastre, la ricerca dell’ideale sarà ostacolata da troppa influenzabilità.
Più è estesa la sfumatura grigiastra, più la persona andrà incontro a delusioni profonde per troppo candore e ingenuità. Un viola medio, grigiastro, tracciato da sfumature rosa indica una persona che palesa una falsa devozione, chi è opportunista.

I colori dell’aura: Arancione


L’arancione indica sempre una forte attività e una buona salute. Nell’insieme dell’aura indica generosità, vicino alla superficie di un arto indica che ha appena compiuto un’azione fisica.

L’arancione è il colore della buona volontà e della lealtà; rivela una “spiritualità concreta” nel quotidiano e una forte personalità. Se è sporcato da giallo pallido significa che la generosità non èdel tutto disinteressata.
Se il giallo assume forti sfumature ocra e ruggine, e si sviluppa qui e là nel mezzo dell’arancione, occorre fare attenzione a una certa pigrizia.

In caso di presenza nell’ arancione di un verde bottiglia molto scuro, siamo a che fare con uno stato d’animo rancoroso e senza delicatezza a cui si aggiungono orgoglio, ambizione ed egoismo.

Rosa


Se prensente nella radianza emozionale indica una mancanza di maturità e anche necessità di giocare. Il rosa è pertanto un colore che si trova nel guscio aurico dei bambini e degli adolescenti.
Se il rosa si mescola molto con il giallo acidulo, denota un grande egoismo.
Un rosa striato di grigio elettrico con riflessi blu molto freddi, indica un’intensa paura. Se questi riflessi inondano tutta l’ aura astrale e sono frammisti a fiammelle rosso opaco, la persona ha un timore patologico, o un’ansia profonda che spesso produce irritabilità e disturbi del sonno. Il color rosa esprime un’indole raffinata, semplice, un desiderio di solitudine ma anche amicizia e amore fisico.

Grigio


Nell’insieme del guscio aurico il grigio generalmente va ad aggiungersi ad altri. Quando si presenta con un velo su un altro colore, togliendo limpidezza, ne smorza le caratteristiche.
Il grigio è il segno lasciato su un organismo da stanchezza, malattia o delusione.

Una grande tristezza fa espandere una sorta di corrente grigiastra nelle prime tre aure, occorre saper distinguere il comparire di ulteriori strisce grigio scuro nel mezzo di questa luce, perché indicano il l’inizio di una forma depressiva o nervosa. La presenza di grigio, in generale, è del tutto passeggera se si tratta di una semplice stanchezza o di una delusione.

Nero


La presenza del nero è solo un fatto sporadico in un’aura. Evidentemente indica un principio di “non luce”, come una violentissima collera o una manifestazione di odio. Sono rare le persone che veicolano masse nere in permanenza nel loro essere sottile. In questo caso portano dentro di se un’energia distruttiva che si trasforma in autodistruzione, o sotto forma psichica, o con certi tipi di malattie.
Nelle persone più oscure, la zona nera è striata di lampi rossi.

I colori dell’aura: Bianco


La manifestazione del bianco indica grande purezza. Mentre il bianco lattescente, “pesante”, rivela una mancanza di sicurezza, il bianco luce rivela una costante elevazione dei pensieri e l’espansione dell’amore sia come radianza che come azioni. Se al bianco luce si accompagnano riflessi dorati, si può parlare di “luce cristica”.

I colori dell’aura: indaco, cristallino ed arcobaleno

Questo tipo di colorazioni sono riservate ai bambini speciali: i bambini indaco, i bambini cristallo, i bambini arcobaleno. Si tratta di bambini che presentano particolari e specifiche caratteristiche e che hanno una precisa ed importante missione per tutta l’umanità: l’evoluzione verso uno stadio superiore.

Concludendo, il colore dell’aura è un raggio attraverso il quale si possono sviluppare infinite qualità, mille modi di essere e di vivere. I colori dell’aura rappresentano la fotografia esatta, fisica e psichica di un individuo.




Lascia un commento